Il congedo del professor Montedoro

Articolo tratto da OlioOfficina

Ci ha lasciati una tra le figure più autorevoli del mondo accademico. È stato docente di industrie agrarie all’Università di Perugia e presidente della prestigiosa Accademia dell’olivo e dell’olio di Spoleto. Resta vivo il ricordo di una persona e uno studioso disponibili e sempre generosi nei confronti del mondo dell’olio

“La notizia mi rattrista, tanto più che lo conoscevo di persona, avendo avuto modo di apprezzarlo per la dedizione e la determinazione con cui si contraddistingueva. Il mondo scientifico perde uno dei suoi punti di riferimento”ha precisato il direttore di Olio Officina Luigi Caricato.
Per chi volesse vederlo e ascoltarlo, il botro direttore ha avuto modo di averlo sul palco di una giornata di studio tra quelle che rimarranno nella storia, nel corso della presentazione del volume L’ulivo e l’olio edito nella prestigiosa collana editoriale “Coltura&Cultura” di Bayer CropScience”. In questo video di Agrilinea potete prendere visione dell’intervento del professor Gian Francesco Montedoro.


“Il ricordo più vivo risale a qualche mese fa, durante il corso di assaggio di olio, in una lezione magistrale dove la chimica fu resa facile a tutti”. Così lo ricordano al Consorzio dell’olio Dop Umbria, i cui soci, insieme al presidente Leonardo Laureti esprimono un profondo grazie per tutto quello che ha dato al settore oleario, indirizzandolo verso la strada da percorrere per raggiungere i grandi risultati oggi ottenuti riguardo alla qualità dell’olio. L’Umbria e il mondo olivicolo hanno perso un grande insegnante e ricercatore”.
Montedoro era molto amato e apprezzato per i suoi studi, tanto che nell’ottobre 2010, la celebre Società italiana per lo studio delle sostanze grasse, gli aveva assegnato il prestigioso premio Fachini. Professore ordinario di Industrie Agrarie presso l’Università di Perugia, era stato nello stesso ateneo direttore dell’Istituto di Industrie Agrarie (1964-1995), come pure preside della Facoltà di Agraria (1979-82), direttore del Dipartimento di Scienze degli Alimenti dell’Università di Perugia (2001-2004), ma anche 
Past President del Corso di Diploma Universitario in Tecnologie degli Oli Grassi e Derivati e del Corso di Diploma Universitario in Viticoltura ed Enologia.

Molti lo ricordano anche per il ruolo ricoperto in una realtà come l’Accademia Nazionale dell’olivo e dell’olio di Spoleto, d cui è stato presidente dal 1997, per un lungo periodo di tempo, fino al 2014.
Il professor Montedoro è stato inoltre membro di commissioni tecniche e scientifiche nazionali del Cnr, del Mipaaf e dell’Istituto Superiore di Sanità, oltre che presidente del consiglio scientifico del gruppo di ricerche del C.N.R. sui “Lipidi alimentari.

Autore di 370 lavori scientifici di cui più di 200 hanno riguardato il settore oleario ed in particolare: messa a punto di metodologie analitiche strumentali e sensoriali deputate alla valutazione di alcuni costituenti principali e minori di prodotti alimentari di larga diffusione e tipici; studio delll’influenza dei costituenti minori (polifenoli, pigmenti, composti volatili ed enzimi connessi) su materie prime e prodotti derivati quali vini, oli di oliva, derivati del pomodoro da industria, succhi di frutta, messa a punto di tecnologie innovative nel settore della trasformazione, del condizionamento e del recupero di sottoprodotti dell’industria alimentare con particolare riferimento all’uva, alle olive e ai prodotti derivati.
Montedoro ha collaborato inoltre con diverse Unioni Camerali Regionali e quella Nazionale nella formazione di assaggiatori secondo le norme del Regolamento CEE 2568/91, Presidente della Commissione di degustazione dei vini DOC e DOCG istituita dal M.I.P.A.F presso la C.C.I.I.A.A. di Perugia e Presidente del Comitato per il rilascio della certificazione degli oli DOP “Umbria”.

È stato membro dell’American Chemistry Society, American Society of Enologists, American Oil Chemistry Society, New York Academy of Sciences, I.U.Fo.S.T., Association International Industries Alimentaires, Società Italiana delle Sostanze Grasse, Accademia Italiana della Vite e del Vino, Accademia dei Fisiocritici di Siena, Accademia Economico Agraria dei Georgofili, Accademia Nazionale dell’Olivo di cui è stato anche Presidente, International Society for Horticulture Science, Società Italiana di Scienze e Tecnologie Alimentari della quale è stato pure il promotore.
OO M – 16-08-2016 – Tutti i diritti riservati

BizStudio-lite Theme by SketchThemes