CSQA è il nuovo organismo di controllo della DOP Umbria

Con il Decreto Ministeriale 12607 del 24 giugno 2016 l’organismo di controllo CSQA sarà l’ente deputato ad effettuare i controlli dell’olio DOP Umbria.
Il Consorzio di tutela DOP Umbria, dopo un’attenta indagine di mercato e dopo una fase di trattativa con i vari organismi di controllo, ha indicato CSQA come nuovo organismo di controllo.
In un sistema di certificazione il ruolo dell’organismo di certificazione è fondamentale, poiché è colui che è deputato al controllo di tutte le fasi della produzione, secondo il disciplinare di produzione, ed è importante pertanto che sia efficiente e che risponda ai bisogni delle aziende e quindi del Consorzio.
CSQA, con oltre 50 prodotti certificati DOP/IGP, è tra i principali enti di certificazione europei, collezionando nel suo portafoglio prodotti come il Grana Padano DOP, l’aceto balsamico di Modena IGP, mela Val di Non, Radicchio rosso di Treviso, Fontina DOP , Gorgonzola DOP, l’olio DOP Garda, l’olio DOP Chianti, tanto per citarne alcuni.
Il Consorzio di Tutela vigilerà sull’operato del sistema di certificazione perché solo attraverso una collaborazione continua e senso di responsabilità tra i vari organi di controllo, la DOP Umbria potrà crescere ed affermarsi nel mondo.

L’olio umbro – ha spiegato Pietro Bonato, Direttore Generale e Amministratore Delegato di CSQAè un prodotto Made in Italy che ci rappresenta in tutto il mondo. I requisiti necessari per produrlo, infatti, sono strettamente legati alle materie prime della Regione Umbria, lavorate attraverso tecniche tradizionali. Le caratteristiche per ciascuna menzione geografica sono poi disciplinate secondo rigorosi standard. Siamo molto orgogliosi di intraprendere questo nuovo percorso, sicuri di occuparci ancora una volta di un prodotto prezioso e veramente speciale, uno dei simboli di quell’Italia, fatta di tipicità enogastronomiche, che vogliamo salvaguardare”.

“Il ruolo dell’organismo di controllo in un sistema di certificazione è strategico e di fondamentale importanza, poiché è colui che è deputato al controllo di tutte le fasi della produzione ed è importante pertanto che sia efficiente e che risponda ai suggerimenti delle aziende e del Consorzio. Siamo convinti che CSQA, forte della sua reputazione, professionalità ed esperienza, darà un forte contributo nella tutela del prodotto. La DOP Umbria ha una storia di quasi venti anni, è stata la prima DOP dell’olio a rappresentare un intero territorio regionale ed è tra le prime DOP in termini di volumi certificati a livello nazionale ed ha quindi importanti potenzialità di mercato – ha detto Leonardo Laureti, Presidente del Consorzio di tutelaOrganizzazione, costanza di produzione, qualità e controllo della filiera, sono gli ingredienti che occorrono per valorizzare un prodotto di eccellenza. Il Consorzio di tutela si impegnerà a fornire il suo contributo, perché solo attraverso una collaborazione continua tra i vari soggetti, la DOP Umbria potrà crescere ed affermarsi”.

 

BizStudio-lite Theme by SketchThemes